Quadron

News

Tormet covid industria
Author: alessandra
Date: 23 Settembre 2020
L’industria post-Covid: il punto di vista di Tor.Met

Covid, lockdown e industria metalmeccanica

Il 2020 resterà indubbiamente nella memoria come l’anno della pandemia che ha radicalmente stravolto vite e abitudini di tutto il mondo e le cui conseguenze resteranno indelebili. Ma come ha affrontato l’industria metalmeccanica il Covid? A tre mesi dall’inizio del nuovo anno, tutti abbiamo dovuto porci davanti ad un’emergenza sanitaria di cui forse ancora non capivamo l’entità. Poi i primi DPCM, le chiusure, la confusione e il lock down totale.

Da subito in Tor.Met abbiamo adottato tutte le misure necessarie al contenimento del virus indossando le mascherine, garantendo le distanze tra i dipendenti, mettendo a disposizione termometri e prodotti igienizzanti e chiudendo a visite dall’esterno. Abbiamo lavorato, potendo continuare a farlo, nella massima sicurezza affrontando un evento nuovo al mondo cercando di capire come superarlo al meglio.

Gli effetti del Covid-19 sull’industria

Secondo Confindustria, in Italia rispetto a marzo 2019 si è assistito a un -32.6% del fatturato medio e -32.5% delle ore lavorate; c’è stato un fortissimo ricorso agli ammortizzatori sociali (+53.1%) e l’84,5% delle aziende intervistate evidenzia un calo delle domande del mercato (fonte).

Un calo drastico e grave che dalla più piccola azienda sino a quella maggiormente strutturata, stiamo cercando di affrontare nel miglior modo possibile.

Le misure precauzionali in Tor.Met

Durante questi ultimi mesi nei quali abbiamo assistito ad un timido ritorno alla normalità, ognuno ha dovuto far diventare abitudini gesti fino ad allora sconosciuti, come quello di portare sempre la mascherina o non stringere la mano all’inizio di un incontro.

In Tor.Met sono attivi tutti i presidi necessari al contenimento del virus: agli ingressi tutti i visitatori troveranno mascherine, gel igienizzanti, termometro e un modulo di autocertificazione di buona salute per tutelare quella di tutti. Lo staff continua a mantenere distanze e mascherina in un nuovo modo di vivere la quotidianità lavorativa che pian piano sta diventando qualcosa che possiamo iniziare a definire “normalità”.

Categories: