marco_fortis_boom_ripresa
Author: alessandra
Date: 15 Luglio 2021
Il boom del made in Italy nell’anno della ripresa

Il 2020 sarà un anno difficile da dimenticare e le cui implicazioni resteranno indelebili nella storia e nella memoria collettiva. È stato un anno di paura e di forti incertezze che per alcuni aspetti continueranno a persistere; è stato anche un anno dove l’economia ha subito una forte scossa, basti pensare che l’export italiano è calato del -13%, quello tedesco del -10,2% e quello francese del -16%.

Secondo Marco Fortis, come illustra nel suo articolo del 29 giugno su Il Sole24Ore, la forte ripresa che si è vista nel primo quadrimestre del 2021 (+19,8% per l’Italia che supera Germania e Francia) è

Il risultato di un processo di costante crescita delle nostre vendita all’estero e di rafforzamento della competitività delle imprese italiane che dura da oltre un quinquennio. […]
Le ragioni sono da ricercare in due fattori principali. Il primo è costituito dalle riforme e dai provvedimenti di politica economica avviata tra il 2015 e il 2016, in particolare il superammortamento e al Piano Industria 4.0. Il secondo fattore ca invece ricercato nella capacità dei giovani inmprenditori insediatisi al comando di molte aziende negli ultimi anni, a seguito dei passaggi generazionali, di interpretare con visione e coraggio la spinta industriale 4.0, innovando profondamente l’organizzazione, processi e i prodotti delle imprese.

Marco Fortis – “Il boom del made in Italy è figlio di Industria 4.0 e dei giovani imprenditori”

Queste notizie infondono coraggio e ottimismo anche nel nostro settore e incentivano a credere nel futuro ma soprattutto nel valore del nostro lavoro.

Categories: